Ragotino per pasticci

Pulite delle spugnole, tagliatele a quarti, fatele confinare in buona sostanza di pesce; fate un hâché con un po’ di prezzemolo, poco scialò, timo e maggiorana, il tutto triturato ben fino, aggiungetevi dei lacetti di trota, di pesce persico, di lucio o botrisa tagliati a filetti, un poco di noce moscata. Fatelo aglassare a perfezione, procurate che sia giusto di sale e servitelo per un pasticcio di pasta, di polenta o di riso.

Ragotino: diminuitivo di ragù

Luigi Franconi, Il nuovo cuoco ticinese economico, Lugano, 1846

Tags:

Sostieni il museo

Qualsiasi cifra è benvenuta, Grazie di cuore!



Musei etnografici

Membro dell'Associazione musei etnografici ticinesi (Amet)

Free Joomla! template by L.THEME